15-agosto-1914

Il 15 agosto 1914: viene aperto al traffico il Canale di Panama

Il 15 agosto del 1914 la nave SS Ancon attraversò per la prima volta il Canale percorrendo la via che congiunge l’oceano Pacifico all’Atlantico. Da allora, la colossale impresa si rivelò un gran trionfo. Il Canale di Panama diventò presto una delle principali rotte di navigazione al mondo registrando più di un milione di transiti di navi da tutto il mondo, con una media annuale di 14mila passaggi.

Oggi il Canale è esteso circa 80 chilometri,  serve 144 rotte marine, che uniscono 160 Paesi e raggiungono più di 1700 porti in tutto il mondo, e dà lavoro a 10mila panamensi. Per costruirlo furono impiegati dieci anni: i lavori iniziarono nel 1904 e coinvolsero più di 56mila persone che arrivarono a Panama da trenta Paesi per partecipare alla straordinaria opera di ingegneria.

Storica, nel 1906, fu la visita dell’allora presidente Theodore Roosevelt che andò a controllare i lavori: di quella giornata resta una storica foto sul New York Times che ritrae Roosevelt con il cappello noto come “sombrero de paja toquilla“, era quello che usavano gli operai per ripararsi dal caldo torrido, che da quel giorno prese il nome di Panama e diventò simbolo del luogo.

La maggior parte degli scavi per realizzare quella che sarebbe destinata a  diventata una delle opere di ingegneria più importanti del 21esimo secolo furono realizzati a Corte Culebra, nella Cordigliera Centrale di Panama e coinvolsero circa 1600 persone dal 1907 al 1913.

Basti pensare che la terra scavata in questa fase fu pari a quella necessaria per costruire 63 piramidi in Egitto.