15-novembre-1971

Il 15 novembre 1971; Intel lancia il primo microprocessore

Il 15 novembre 1971, a tre anni dalla sua fondazione, Intel lancia sul mercato il 4004, il primo microprocessore in commercio della storia. Comincia la rivoluzione del silicio.

Costruito grazie a 2.300 transistor, il chip aveva una frequenza di 740/750 kHz, richiedeva 12V ed era in grado di indirizzare fino a 640 Byte di RAM. Sviluppato da un team al cui vertice c’era l’italiano Federico Faggin, l’Intel 4004 è nato grazie a una calcolatrice.

Nel 1969 il produttore giapponese Nippon Calculating Machine Corp. chiese a Intel di progettare un insieme di circuiti integrati per il suo prototipo di calcolatrice, la Busicom 141-PF. I piani originali prevedevano 12 chip personalizzati, ma i dipendenti Intel Marcian “Ted” Hoff, Stan Mazor e Federico Faggin adattarono il progetto a un insieme di 4 chip, inclusa la CPU 4004, che fu ufficialmente svelata nel novembre 1971.

Il 4004, delle dimensioni di un’unghia umana, forniva la stessa potenza di calcolo del primo computer elettronico costruito nel 1946, che riempiva un’intera stanza (ENIAC, Electronic Numerical Integrator And Computer).

Il 4004 era così rivoluzionario che Intel ha impiegò circa 5 anni per istruire gli ingegneri su come realizzare nuovi prodotti basati su microprocessori, ha spiegato il co-inventore Mazor. Intel ha avuto molto successo in quella impresa, e il resto è storia.