17-luglio-1902

Il 17 luglio 1902, il primo impianto di aria condizionata

Il 17 Luglio 1902 nasce il primo impianto di aria condizionata; un rimedio del tutto all’avanguardia e tecnologico, per combattere l’afa e il caldo torrido proprio della stagione estiva. La genesi del primo impianto di aria condizionata si deve all’ingegnere Willis Haviland Carrier impiegato, a quei tempi, presso una società produttrice di stufe e sistemi di aerazione.

L’ingegnere Willis Haviland Carrier, provando a risolvere un problema presentato da un cliente, ebbe un’illuminazione. Il cliente, che si era lamentato con l’inventore, gestiva una tipografia a Brooklyn; a tal proposito, la sua lamentela verteva sul deterioramento della carta, causato dall’umidità. 

Willis Haviland Carrier aveva avuto un’intuizione geniale osservando il vapore che usciva da sotto un treno. La soluzione da lui proposta, consisteva nel riuscire a comprimere l’aria fino a renderla liquida; dopo averla resa allo stato liquido, era necessario raffreddarla e ridistribuirla sotto forma di vapore in un ambiente chiuso.       

Il 17 luglio 1902, dopo aver analizzato e messo appunto il dispositivo da lui escogitato, lo installa nella tipografia del cliente che aveva sollevato tale problema. L’installazione del marchingegno, in breve tempo, conquista un successo smisurato in quasi tutte le industrie statunitensi che, a loro volta, avevano installato il condizionatore contribuendo a un aumento della produttività.

In seguito, nel 1915, Willis Haviland Carrier si mette in proprio fondando nel New Jersey la Carrier Engineering Corporation, conquistando il mercato internazionale degli impianti di climatizzazione.