eurofestival

Il 20 marzo 1965 si tiene a Napoli la decima edizione dell’Eurofestival

Il 20 marzo 1965 si tiene a Napoli la decima edizione dell’ Eurovision Song Contest, la manifestazione canora nota in Italia come Eurofestival.

La partecipazione dell’Italia è curata dall’emittente di stato Rai, membro fondatore dell’Unione europea di radiodiffusione (UER). Fu proprio un giornalista Rai, Sergio Pugliese, ad ideare il festival musicale ispirandosi al Festival di Sanremo, che ha spesso funto da metodo di selezione nazionale per il rappresentante italiano all’Eurovision Song Contest.

Nel 1965, la Svezia ritornò e l’Irlanda entrò nel concorso, aumentando il numero di partecipanti a diciotto. Sorpresa quando l’interprete svedese, Ingvar Wixell, eseguì la sua canzone, Annorstädes vals, in inglese con alcune frasi in svedese.

Questo incidente fu la base per l’introduzione, l’anno successivo, di una nuova regola sull’obbligatorietà del linguaggio nazionale. L’Unione Sovietica e gli altri paesi dell’Est trasmisero il concorso e questo aprì nuovi orizzonti per lo show.

Quell’anno l’artista francese France Gall, rappresentante il Lussemburgo, vinse il Gran Premio, con una canzone scritta da Serge Gainsbourg, intitolata Poupée de cire, poupée de son.

Udo Jürgens ritornò per la seconda volta con il brano Sag ihr, ich lass sie grüssen, rappresentando l’Austria, e si classificò al quarto posto. Belgio, Finlandia, Spagna e Germania Ovest rimasero a zero punti.

Bobby Solo gioca in casa e, forse per questo motivo, fa i capricci da star, presentandosi all’ultimo momento alle prove generali; la sua Se piangi, se ridi si classifica al quinto posto.

Ospite della manifestazione il cantante Mario del Monaco che oltre a premiare la vincitrice canta due canzoni della tradizione napoletana.

L’Eurofestival ha consacrato popstar come gli inglesi Cliff Richard e Lulu, ha lanciato carriere di successo mondiale come quella degli svedesi ABBA e confermato la fama di divi della musica italiana come Domenico Modugno, Gianni Morandi, Al Bano e Romina, Massimo Ranieri, Francesco Gabbani, Mahmood e Il Volo.