24-gennaio-1984

Il 24 gennaio 1984; Apple lancia il Macintosh

Il 24 gennaio 1984, Steve Jobs in versione elegante, con blazer doppio petto blu, camicia bianca e papillon verde chiaro, presenta a 2.600 persone il Macintosh 128k, il più famoso personal computer sviluppato dalla Apple che inaugura una nuova era nel mondo dell’informatica: l’era dei Mac.

Annunciato due giorni prima dall’ormai leggendario spot “1984” trasmesso dalla CBS durante il Super Bowl VII, Apple lancia il suo primo Mac, il Macintosh 128K dotato di mouse e interfaccia utente grafica destinato alle masse.

Il progetto Mac risale alla fine del 1970, ma il creatore non fu Steve Jobs, bensì Jef Raskin, che ebbe la rivoluzionaria idea di costruire un personal computer facile da usare e che tutti potevano permettersi.

Secondo Raskin il prezzo non doveva superare $ 500, $ 1.650 di oggi, quindi il computer era decisamente più economico rispetto all’Apple II, che nel 1970 costava $ 1.298. In realtà, all’epoca già esisteva un computer a basso costo, il TRS-80 prodotto da Radio Shack, che costava $ 599, ma per la la semplicità delle sue caratteristiche tecniche rientrava tra gli home computer, e non tra i personal computer.

Steve Jobs intuì le potenzialità dell’idea di Raskin, con il quale però entrò presto in disaccordo sul prezzo e la qualità. Jobs mise in piedi il famigerato “Team Macintosh”, le cui firme furono stampate all’interno del case del Macintosh 128K, relegando Raskin ad un ruolo sempre più marginale, fino a costringerlo a lasciare Apple per approdare in Canon, dove realizzò il suo progetto con il computer Canon Cat, che non riuscì a decollare, nonostante le critiche positive e il discreto successo di vendite.