24-maggio-1844

Il 24 maggio 1844, Morse trasmette il primo messaggio telegrafico

Il 24 maggio 1844, alle 08,45, Samuel Morse trasmette il primo messaggio telegrafico. Fu il primo messaggio della storia delle telecomunicazioni. el 184ì. Il Congresso aveva stanziato $ 30.000, circa $ 7,7 milioni in dollari di oggi, per sottoscrivere una linea telegrafica sperimentale di 38 miglia.

Il 24 maggio del 1844, Samuel Finley Breese Morse dimostrò con successo il sistema telegrafico per la prima volta ai membri del Congresso e ad altri dignitari mandando un telegramma dalla vecchia camera della Corte Suprema nel Campidoglio degli Stati Uniti.  

“Quali cose ha creato Dio” ,nella versione originale “What Hath God Wrought”, è la frase che Samuel Morse telegrafò da Washington a Baltimora. L’impresa fu possibile grazie a un sistema telegrafico elettrico, tramite fili, brevettato dall’inventore americano nel 1840.

Realizzata la prima linea di comunicazione telegrafica tra Washington e Baltimora, il passo successivo era stato la definizione di un codice di punti, linee e pause, che in seguito prese il nome di Codice Morse. In realtà venne messo a punto dal suo collaboratore Alfred Vail.

La collaborazione con Alfred Vail si trasformò dapprima in rivalità e successivamente in un aspro contenzioso giudiziario. Soltanto dopo numerose cause legali, Morse ottenne il riconoscimento della sua invenzione.

Due decenni dopo, durante la guerra civile, le stazioni mobili di telegrafo collegavano unità militari sul campo. Nel 1862, il generale dell’Unione George McClellan inviò frequenti invii al dipartimento di guerra nella capitale.

Il presidente Abraham Lincoln si recava spesso lì per cercare le ultime notizie in prima linea. Il telegrafo collegò anche la costa occidentale del continente alla costa orientale nell’ottobre 1861, ponendo fine al Pony Express. 

Mezzo secolo più tardi l’italiano Guglielmo Marconi inventò il telegrafo senza fili, che permise la trasmissione a grandi distanze.