25-dicembre-1931

Il 25 dicembre 1931; debutta Natale in casa Cupiello

Il 25 dicembre 1931 debutta a teatro Natale in Casa Cupiello, portata in scena per la prima volta al Teatro Kursaal di Napoli. La genesi impegnò per quattro lunghi anni Eduardo De Filippo a revisionare il tutto e riproporlo dall’atto unico, ad altri due atti aggiunti, appunto tra il 1932 e il 1934, come Eduardo stesso lo chiamò: “parto trigemino con 4 anni di gravidanza”.

La versione del 1931 fu accolta da un successo inatteso dagli stessi attori, che per contratto avrebbero dovuto recitare per pochi giorni organizzata appunto insieme ai due fratelli Titina e Peppino che segna di fatto l’avvio vero e proprio della felice esperienza della Compagnia del “Teatro Umoristico I De Filippo”.

Eduardo riprese la commedia più volte, rivisitando il testo fino alla versione definitiva del 1977 registrata per la RAI.

Il grande pubblico ha potuto godere della visione di Natale in Casa Cupiello grazie a due trasposizioni televisive: la prima è del 1962, resa famosa tra l’altro per l’interpretazione di Nennillo, Tommasino il figlio di Luca Cupiello, da parte dell’attore Pietro De Vico.

La seconda trasposizione TV di Natale in casa Cupiello, in corrispondenza del passaggio alla televisione a colori, è del 1977 ed è caratterizzata dalle interpretazioni di altri attori; una giovanissima Lina Sastri, nel ruolo di Ninuccia, una grande Pupella Maggio nel ruolo della moglie Concetta e il figlio stesso di Eduardo, Luca, nel ruolo di Tommasino.