31-agosto-1997

Il 31 agosto 1997, la Principessa Diana nuore in un incidente stradale a Parigi

Il 31 agosto 1997 la principessa del Galles Diana Frances Spencer, che l’anno prima, nel 1996, aveva divorziato dal principe Carlo, muore a Parigi in un terribile incidente stradale. La Principessa Diana si trovava nella capitale francese con il suo nuovo compagno Dodi Al-Fayed, un imprenditore egiziano, quando la loro Mercedes, guidata dall’autista Henri Paul, si è infranta contro il tredicesimo pilastro di una galleria sotto il Pont de l’Alma.

Nello schianto, Dodi Al-Fayed e l’autista Henri Paul muoiono sul colpo. Trevor Rees-Jones, guardia del corpo di Dodi, seduto sul sedile anteriore e il solo ad avere la cintura di sicurezza allacciata, è gravemente ferito ma sopravvivrà.

Lady D, liberata dal groviglio di lamiere, è ancora viva e dopo i primi soccorsi prestati dal dottor Maillez, per caso sul posto, viene trasportata da un’ambulanza all’ospedale Pitié-Salpêtrière, dove arriva alle 2 circa. A causa delle gravi lesioni interne, viene dichiarata morta due ore più tardi.

Su questo tragico evento, giudiziariamente archiviato come un incidente, si sono consumati negli anni forti dubbi e tanti complottismi. Ancora oggi sulla morte improvvisa di Lady D, che appena un anno prima aveva burrascosamente lasciato il marito Carlo, inimicandosi la famiglia reale britannica, si nutrono molti sospetti.

Si è anche ripetutamente parlato della possibilità che la madre del principe William e del principe Harry possa esser stata vittima di un assassinio organizzato dai servizi segreti britannici in quanto con la sua figura e il divorzio dal principe Carlo avrebbe messo in pericolo la stabilità della corona britannica.