8-ottobre-2000

L’8 ottobre 2000, Michael Schumacher conquista il primo titolo mondiale con la Ferrari

L’8 ottobre 2000, conquistando la vittoria al Gran Premio del Giappone, Michael Schumacher si laurea campione per la terza volta in carriera, interrompendo un’astinenza lunga 21 anni per la Ferrari.

Michael Schumacher faceva splendere i colori dell’arcobaleno sulle insegne del Cavallino Rampante a Maranello. Il Kaiser, al termine di un duello al cardiopalma contro la McLaren di Mika Hakkinen, vince a Suzuka il Gran Premio del Giappone e fa esplodere di gioia i tifosi della Ferrari 21 anni dopo l’ultima volta firmata da Jody Scheckter.

Michael Schumacher e Mika Hakkinen si giocano, in quella che è la penultima gara dell’anno, il titolo Mondiale. Il finlandese della McLaren, campione in carica, insegue il terzo iride consecutivo e per mantenere vive le speranze deve battere Schumacher che, invece, punta a concludere il digiuno di 21 anni che tormenta Maranello. 

Già dalla qualifica si nota come sarà una battaglia durissima: la pole va a Schumacher che precede Hakkinen per soli 9 millesimi. Al via, il finlandese parte meglio e conquista il comando con Schumacher ad inseguirlo.

Al primo pit stop la situazione resta invariata, mentre nel secondo pit stop Schumacher allunga il suo stint fermandosi 3 giri dopo Hakkinen: dopo aver spinto a lungo, Schumacher grazie alla sosta posticipata conquista la vetta e la mantiene fino al traguardo dove festeggia, con una gara d’anticipo, il suo terzo titolo Piloti ed il primo per la Ferrari dopo quello di Jody Scheckter del 1979.