Alessandro Sperduto, guardia-ala classe 2000, ha firmato un biennale con la Geko

La Geko Partenope Sant’Antimo continua a costruire il roster che prenderà parte al campionato di Pallacanestro di Serie B 2021-22. Dopo le conferme di coach Agostino Origlio alla guida tecnica e di capitan Carlo Cantone in regia, ecco anche quella di Alessandro Sperduto, soprannominato “Alex Kid” dal telecronista ufficiale, Mauro Scotto di Piennecì Multimedia. La guardia-ala classe ‘2000 ha firmato un biennale con la formazione campana che, come sempre, ha un occhio attentissimo anche al futuro.

Alessandro, prodotto del settore giovanile dell’Eurobasket Roma con cui ha esordito in A2 nel 2017-18, ha già giocato in B con le maglie della IUL Roma e di Alessandria (11.1 punti nel campionato 2019-20). A Sant’Antimo era arrivato da Rieti, dove faceva parte del roster della NPC impegnato in Serie A2; con la maglia della Geko ha giocato 17 partite (22.3 minuti d’impiego medio) segnando 10.4 punti con il 35.4% dall’arco dei 6.75 e registrando un record personale di 30 punti nel derby con Pozzuoli.

Le parole di Alessandro Sperduto

Restare qui a Sant’Antimo è stata la mia priorità sin dalla chiusura del campionato e quindi sono davvero contento per questo rinnovo. Qui ho trovato una seconda famiglia, ho lavorato benissimo con lo staff e il coach Origlio e ho trovato ambizioni che condivido in pieno e che rappresentano sicuramente uno stimolo supplementare. Alla mia età è una situazione ideale per crescere e migliorarsi. E poi avrò finalmente l’opportunità di conoscere il nostro pubblico, i nostri tifosi. Il capitano me ne ha parlato tanto, li aspetto al palazzetto”.

Il commento di coach Agostino Origlio

 “La riconferma di Alessandro rappresenta un altro pezzo del puzzle che abbiamo fortemente voluto per degli aspetti che possono sembrare banali e invece sono molto importanti: è un ragazzo che ci crede tanto, che è arrivato qui in una situazione difficile e ha dato un contributo determinate. Ha mostrato grande serietà nell’approccio al lavoro quotidiano e poi, alla sua età, ha margini importanti di crescita sia nel suo percorso personale che in quello della squadra. Puntiamo molto su di lui per questo nuovo ciclo che vogliamo aprire, e lo dimostra anche il fatto che gli sia stato proposto un accordo su base biennale in una fase della sua carriera in cui passerà dallo status di under a quello di senior

Photo Credit: Ferdinando Sodano – Teambomber