Aldo Chiari

Dura un tempo la Geko Sant’Antimo che cade a Ragusa (90-70)

La Geko cade a ragusa dopo aver condotto per gran parte del primo tempo. Poi il crollo, fisico e mentale, per un passivo che fa male.

Dopo un avvio equilibrato la Geko prova la prima fuga sul 6-14 al 4′ con un super Cantone. Picarelli risponde e riporta sotto i suoi, poi Maggio e Anaekwe firmano il 20-25. Da Campo sigla il -2 locale al 10′.


Si riparte con uno 0-5 per i campani, ripreso dal solito Picarelli, che al 14′ firma il 32-32. Geko che dà un nuovo strattone alla partita e si riporta a +6 al 16’ (38-44). Gli uomini di Origlio avrebbero la possibilità di allungare ma sprecano troppo e chiudono il primo tempo sotto 49-48.


3′ senza segnare per iniziare il secondo tempo, a sbloccare la situazione  è Da Campo, che completa un gioco da 3 punti, poi realizza dall’arco anche Sorrentino ed è il primo allungo ragusano sul 55-48 che costringe Origlio al time out.  

E’ Cena, al 25’, a muovere il punteggio degli ospiti, è sempre lui a mettere i 4 liberi con cui Sant’Antimo risale fino al 60-55 un minuto dopo, ma l’attacco Geko continua a fare una gran fatica e così al 28’ gli iblei portano il loro margine in doppia cifra sul 65-55. Il terzo quarto si chiude poi sul 68-59, ma sul primo attacco del quarto periodo la Virtus allunga ancora con un canestro da 3 di Stefanini.

Sant’Antimo è in rottura prolungata, continua a litigare con canestro e cronometro e al 35’ è sotto di 21 (80-59). Cantone sblocca i suoi dopo 5’58 di silenzio, è troppo tardi per rientrare in partita ma ci sarebbe ancora il +13 dell’andata da difendere ma la reazione della Geko si accende troppo tardi.

Finisce 90-70, per Cantone e compagni una serata da dimenticare in fretta.

Il dopogara di coach Origlio 

“Siamo crollati dal punto di vista fisico e mentale, mai capaci di rientrare e questo è grave perché significa non essere stati all’altezza della stagione. Purtroppo in trasferta non riusciamo ad esprimerci con continuità, ci è mancata la lucidità e Ragusa ci è letteralmente passata sopra”.

Virtus Kleb Ragusa – Geko Sant’Antimo: 90 a 70 (23-25, 49-48; 68-59).

Virtus Kleb Ragusa: Sorrentino 14, Chessari 13, Picarelli 22, Da Campo 14, Rotondo 8; Ianelli 10, Canzonieri 2, Stefanini 7, Salafia, Ugochukwu, Festinese. N.e.: Incremona. All.: Bocchino.


Geko Sant’Antimo: Cantone 17, Maggio 18, Buono 6, Coviello 7, Cena 12; Puca, Battaglia 1, Verazzo 2, Anaekwe 7. N.e.: Ochoa. All.: Origlio.


Arbitri: Chiarugi e Cirinei.