trasferta

Ennesima trasferta amara per la Geko Sant’Antimo

La Geko Sant’Antimo esce sconfitta dalla trasferta al PalaLongo di Salerno (71-57) al termine di una gara equilibrata, con punteggio basso e la Virtus che ha fatto fatica dalla lunga distanza per 30’, prima di sbloccarsi nel 4º periodo e portare a casa due punti importanti.

Ottima la partenza della formazione di coach Origlio, che gioca i primi 5’ alla grande con circolazione di palla, tiri ben costruiti e  l’ex Maggio on fire con due triple che valgono il 5-11. Ma ecco la Virtus che con Bonaccorso, Marini e Coltro sorpassa al 9’. I punti di Rinaldi e Cimminella valgono il 17-13 al 10’, grazie al parziale di 14-2.

Si riparte con la Virtus che tocca il massimo vantaggio sul +6 con Coltro, la Geko si riavvicina a -2 con i punti di Coviello prima di riaffondare di nuovo a -6 con Valentini e Rajacic. Cena e Cantone si sbloccano per il 25-24 del 17’. È un rincorrersi continuo tra le due squadre, poi l’Arechi allunga sul 35-30 al 20’.

Si ricomincia con il 4-0 locale firmato Rinaldi-Coltro (39-30)

La Geko, ancora una volta, si affida a Coviello che con 5 punti consecutivi riporta in scia i suoi. Un minuto dopo Origlio si rigioca la carta Battaglia ma è il baby Sabatino a piazzare la bomba del 40-38 che fa esplodere la panchina santantimese.

La parità, ristabilita dopo oltre 20’ di inseguimento, arriva invece per mano di Maggio, che realizza in acrobazia il 40-40 del 26’. E’ un bel segnale, così come quando Ochoa, 2 minuti dopo, sigla dall’arco il 43-45 che permette ai viaggianti di tornare in vantaggio. L’equilibrio resta comunque sovrano, al 33’ la Geko prova a romperlo con la seconda bomba di Sabatino che vale il +4 esterno (47-51) ma Rajacic risponde subito al fuoco e si continua a procedere punto a punto.

Al 35’ è nuova parità a quota 53, Origlio inizia il “supplementare” con Coviello e Maggio a riposo (l’ala romana ha 4 falli), Salerno con una tripla last second di Mennella che colpisce al cuore la difesa verde-blu. Sant’Antimo barcolla, subisce altri due montanti da Rajacic e a 3’35 si ritrova a -8 (61-53).

Sospensione per coach Origlio, quando si torna a giocare Battaglia sbaglia una conclusione da sotto, Maggio ci mette un libero ma l’impressione è che la formazione ospite non ne abbia più: una tripla dello stesso Battaglia tiene accesa la speranza ma dall’altro lato la Virtus è in fiducia e con Coltro e Mennella allunga fino al 68-57 a 69” dalla fine. Finisce 71-57, travolta da un 24-6 costruito dai locali negli ultimi 7 minuti di gioco.

Il dopo gara di coach Origlio

Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, complimenti a loro per la prestazione che hanno prodotto. Io non ho niente da rimproverare ai miei ragazzi, hanno fatto il possibile per restare in questa partita e per come si era messa non è stato facile. Nel finale erano riusciti anche a mettere la testa avanti ma poi hanno pagato stanchezza e nervosismo, a causa di un arbitraggio che secondo me oggi non è stato degno di questa partita

Virtus Arechi Salerno – Geko Sant’Antimo: 71 a 57(17-13, 35-30; 45-45).

Virtus Arechi Salerno: Coltro 17, Bonaccorso 10, Mennella 8, Rinaldi 6, Marini 6; Cimminella 2, Rajacic 16, Romano, Valentini 6. N.e.: Capocotta, Caiazza, Loiq Marie.
All.: Di Lorenzo.

Geko Sant’Antimo : Maggio 14, Battaglia 8, Coviello 13, Cena 5, Hajrovic 2; Cantone 6, Sabatino 6, Ochoa 3. N.e.: Ratkovic, Puca.
All.: Origlio. 

ARBITRI: Nonna e Quadrelli.