2-maggio-1999

Il 2 maggio 1999 la Beatificazione di Padre Pio

Il 2 maggio 1999, a Roma, Papa Giovanni Paolo II, in una Piazza San Pietro gremita di fedeli proclama beato Padre Pio, il Frate di Pietrelcina, già destinatario di immensa venerazione popolare.

Il processo di canonizzazione del frate iniziò nel 1972 ma è Giovanni Paolo II a imprimere una svolta al lungo processo di canonizzazione. Il 16 giugno del 2002 davanti a trecentomila fedeli e devoti il Papa proclamerà Padre Pio Santo. La chiesa lo festeggia ogni anno il 23 settembre.

I numeri diedero ragione alle previsioni: 150 mila fedeli fra piazza san Pietro e via della Conciliazione; 60 mila fedeli a San Giovanni Rotondo e 80 mila fedeli ai piedi della Basilica di San Giovanni in Laterano.

Il 2 maggio 1999, alle ore 9,30 precise un lungo applauso salutava l’ingresso di Papa Giovanni Paolo II. Il suo incedere, ondeggiante e incerto, ricordava tanto quello di Padre Pio. Era visibilmente emozionato nel vedere piazza San Pietro e via della conciliazione gremite con me non mai. Aveva atteso per anni questo giorno e la sua espressione, apparentemente ermetica, rivelava una indicibile commozione.

L’incredibile folla continuava ad applaudire. I maxischermi nella piazza si collegavano anche con quanto accadeva a San Giovanni Rotondo e a San Giovanni in Laternano.

Con voce tremula Giovanni Paolo II introdusse la celebrazione della beatificazione di Padre Pio da Pietrelcina e rivolse a tutti il saluto

“Pace a voi, fratelli e sorelle carissimi, pace a voi che facendo memoria delle meraviglie compiute da Dio nostro Padre, con l’opera dello Spirito Santo, nel suo servo fedele l’umile frate Pio da Pietralcina, vi radunate intorno all’altare di Cristo Gesù”.

Il nome di Padre Pio sulle labbra del Papa provocò un altro interminabile applauso. Nel frattempo si alzò il telo che nascondeva l’arazzo. Al centro dell’impalcatura, per i restauri alla facciata della basilica venne scoperta l’immagine del Beato Pio da Pietrelcina,