san-bernardino

La Chiesa solennizza in questo giorno la festa di San Bernardino da Siena

San Bernardino nasce l’9 Settembre 1380 nella città di Massa Marittima. La sua famiglia è nobile ed è quella degli Albizzeschi. Il padre del futuro santo si chiama Tollo ed è un governatore. 

Perderà i genitori quando è molto giovane e, rimasto orfano, sono le zie a prendersi cura della sua crescita, nella città di Siena. Poco più che ventenne, il futuro santo diventa un frate e dedica la sua vita a Dio. 

San Bernardino, allora, inizia a predicare il Cristianesimo soprattutto nell’Italia Settentrionale. Nei suoi discorsi alla gente, il santo in questione esorta il popolo ad affidarsi con fiducia al Santissimo nome di Gesù.

In particolare, Il Santo, era solito far baciare ai suoi fedeli la croce di Cristo, circondata da un sole. Ad un certo punto, il Papa Martino V conosce il frate in questione e, a causa dell’importanza delle sue prediche, lo nomina Predicatore della Casa Pontificia, ma il monaco rifiuta il riconoscimento per umiltà. 

San Bernardino, intorno agli anni venti del 1400, allora, si reca a Siena per le sue predicazioni in favore del Cristianesimo. In questa città, la sua attività di missionario riscuote molto successo. Nel 1444 viene chiamato all’Aquila per riappacificare due fazioni della città, ma durante la sua missione muore nel giorno del 20 Maggio.
Si dice che la sua bara continuò a gocciolare sangue, finché le due fazioni non si riappacificarono. 
San Bernardino fu proclamato santo nel 1450 da Papa Niccolò V, appena sei anni dopo la morte.