24-giugno-1910

Il 24 giugno 1910, nasce l’Alfa Romeo

Il 24 giugno 1910, a Milano, viene fondata la casa automobilistica A.L.F.A.. Acromico di “Anonima Lombarda Fabbrica Automobili“. L’origine del marchio è collegata alla fondazione della Società Italiana Automobili Darracq, che nacque a Napoli il 6 aprile 1906. 

L’azienda, produceva su licenza alcuni modelli della casa madre francese, alla fine del 1906 fu trasferita a Milano. Le vendite si dimostrarono insufficienti ad assicurare la sopravvivenza dell’attività produttiva. Alla fine del 1909 la società fu posta in liquidazione e venne rilevata da un gruppo di imprenditori lombardi. Il 24 giugno 1910, quando l’azienda mutò il nome in A.L.F.A..

Nel 1910 fu lanciato il primo modello di autovettura, l’ALFA 24 HP, progettata da Giuseppe Merosi. La 24 HP ebbe buon successo e fu seguita da altri modelli. Prima dell’entrata dell’Italia nella prima guerra mondiale, le vendite dell’ALFA aumentarono gradualmente.

Si passò dagli 80 esemplari del 1911 ai 272 del 1914, per poi calare ai 207 del 1915. Con l’entrata in guerra dell’Italia, nel 1915, la casa automobilistica entrò in crisi, poiché priva delle risorse necessarie per convertirsi alla produzione bellica.

La proprietà decise pertanto di vendere l’ALFA alla Banca Italiana di Sconto, che individuò l’acquirente in Nicola Romeo, un ingegnere meccanico di Sant’Antimo. Il 4 agosto 1915 Nicola Romeo divenne direttore dello stabilimento del Portello.

Terminata la guerra Romeo ritornò alla produzione di autovetture e ne modificò la denominazione in “Alfa Romeo“. La commercializzazione della prebellica ALFA 15-20 HP ricominciò nel 1919. Nel 1920 venne lanciata l’Alfa Romeo 20-30 HP, il primo modello da strada a essere commercializzato con la nuova denominazione della società.