Cantone

Due vittorie interne e tre sconfitte esterne, un bilancio al di sotto delle aspettative in casa Geko, chiamata a reagire dopo il -18 di sabato scorso a Pozzuoli.

Il capitano di Sant’Antimo, Carlo Cantone, ha fatto il punto della situazione a “Casa PSA”, trasmissione ideata dalla società del GM Di Donato, in onda tutti i martedì alle 20.30 sulla pagina Facebook Partenope Sant’Antimo PSA, che seguirà tutte le realtà, B maschile e femminile, C Gold e settore giovanile, condotta da Carolina Giacco e Mauro Scotto d’Antuono. 

Sulla partita di sabato

Vanno fatti i complimenti alla Virtus Pozzuoli, che credo abbia interpretato una buonissima partita, sfruttando al meglio i nostri punti deboli. Dal canto nostro, probabilmente è saltato il piano partita quando siamo finiti sotto di 12 punti. Da lì è stata una rincorsa, abbiamo avuto poca lucidità e non siamo riusciti a eseguire ciò che avevamo preparato. Non siamo mai riusciti a tenere in mano le redini della partita”.

La differenza di rendimento casa-trasferta

Al PalaEdilgen riusciamo a sprigionare tutte le nostre energie e andiamo a referto con più uomini in doppia cifra. Mentalmente siamo più liberi e questo ci facilita a mettere la partita in discesa. In trasferta, invece, facciamo fatica ad impattare bene la gara e a restarci dentro quando le squadre avversarie piazzano dei break. È impensabile giocare fuori casa e non subire un parziale. Dobbiamo essere più solidi e cercare di chiudere l’emorragia nel più breve tempo possibile durante i 40’. Stiamo affrontando questa difficoltà ed è una fortuna che sia venuta a nudo a questo punto della stagione. La gara di Pozzuoli ci ha lasciato tante cose su cui lavorare, e lo stiamo facendo con il coach ed il suo staff. Noi giocatori dobbiamo guardarci dentro e capire i motivi di questa differenza di rendimento. Bisogna riuscire a dare quel qualcosa in più che va anche al di fuori delle proprie caratteristiche e metterlo a servizio del gruppo per cercare  di affrontare le gare nel migliore dei modi”.

Sulla grande prestazione di Potì, 33 punti nel match di sabato

Ha  delle grandissime potenzialità, ho giocato insieme a lui e le ho potute costatare in allenamento. È un giocatore di striscio, si è sbloccato sin dalle prime battute e dopo è stato difficile fermarlo. Ha fatto tutto ciò che è nel suo bagaglio, lo sapevamo, e non siamo stati bravi ad arginarlo”.

Sulla prossima avversaria, la Virtus Kleb Ragusa

È una squadra giovane e ben allenata. Dobbiamo stare molto attenti e continuare a crescere, come gruppo e come rendimento. Giochiamo a casa nostra , in programma domenica alle 16:30 al PalaEdilgen, dobbiamo riuscire a portare a casa i due punti. È un campionato difficile, ci sono squadre che possono vincere ovunque. Bisogna restare con i piedi per terra e continuare a lavorare a testa bassa”.

PhotoCredit: Pierfrancesco Accardo