san-leonardo-murialdo

La Chiesa solennizza in questo giorno la festa di San Leonardo Murialdo

San Leonardo Murialdo nacque a Torino nel 1828 da una agiata famiglia, il padre era un agente di cambio. Dopo essere rimasto orfano di padre a soli 5 anni, Leonardo venne mandato nel 1836 in collegio a Savona dagli Scolopi.

Una volta tornato a Torino intraprese gli studi di filosofia e teologia, diventando sacerdote nel 1851. Da sacerdote il suo primo campo di azione furono gli oratori e le iniziative in favore della gioventù della periferia torinese.

Tra le iniziative a favore dei giovani studenti ed operai San Leonardo promosse l’apertura di una casa famiglia per ospitare coloro che non hanno la possibilità di pagarsi una camera in albergo.

Fondò anche la colonia agricola di Rivoli, per la formazione cristiana e professionale dei giovani agricoltori. Nel 1866 diventò rettore del Collegio Artigianelli di Torino, un’istituzione religiosa per l’assistenza di ragazzi poveri ed abbandonati. 

Nel 1873 fondò la Congregazione di San Giuseppe per dare continuità alla sua azione sociale ed educativa. San Leonardo Murialdo morì a causa di una polmonite a Torino il 30 marzo del 1900.

Le sue spoglie riposano nella chiesa di Nostra Signora della Salute a Torino.  Papa Paolo VI ha proclamato Leonardo Murialdo beato nel 1963 e Santo nel maggio 1970.

Sepolto nel Cimitero Generale, il corpo fu in seguito trasferito nella parrocchia di Santa Barbara. Dal 1971, un anno dopo la canonizzazione, è venerato nel monumentale Santuario della Madonna della Salute in Borgo Vittoria. I Giuseppini e le suore Murialdine, nate alcuni decenni dopo la sua morte, vivono il suo carisma in varie parti d’Italia e del mondo.