san-roberto

La Chiesa solennizza in questo giorno la festa di San Roberto di La Chaise-Dieu

San Roberto di La Chaise-Dieu nato a Aurillac, circa nel 1000 circa, è stato un monaco cristiano francese, fondatore dell’Abbazia di Chaise-Dieu in Alvernia. La madre, al momento del parto, sia stata colta dalle doglie mentre si recava in un castello vicino. Si dovette fermare nei boschi e qui dare alla luce Roberto.

In giovanissima età fu inviato presso i canonici della basilica di San Giuliano di Brioude, situata nell’Alta Loira. Dimostrando ottime qualità, fu ammesso alla vita ecclesiastica e nominato tesoriere. Si racconta che facesse molte veglie e preghiere notturne; di giorno si occupava di aiutare i poveri ed i malati, e molti di essi furono guariti improvvisamente solo standogli nei pressi.

Tale attaccamento per i più miseri si accrebbe col tempo. A tale scopo fece edificare un ospedale a Brioude. Poco tempo dopo, ottenne l’ordinazione a presbitero e cominciò a celebrare la Messa tutti i giorni.

Andò poi nell’abbazia benedettina di Cluny, sede principale della spiritualità del suo tempo. Li rimase per circa quarant’anni. Tornato forzatamente a Brioude, progettò di fondare un nuovo ordine monastico. Per tale motivo si apprestò a contattare e chiedere l’approvazione a Papa Benedetto IX.

Il Pontefice lo incoraggiò a ritirarsi con due suoi compagni in un posto boschivo a sud-est dell’Alvernia. Qui Roberto ed i suoi compagni costruirono un eremitaggio che chiamarono per l’appunto Casa di Dio (Chaise-Dieu).

Rapidamente però tale posto richiamò molti discepoli e San Roberto fu costretto a costruire nel 1050 un vero e proprio monastero. Alla morte di Roberto, il 17 aprile 1067 essa contava circa 300 monaci.