santa-aurea-di-ostia

La Chiesa solennizza in questo giorno la festa di Santa Aurea di Ostia

Santa Aurea, al tempo dell’imperatore Claudio, nel I secolo, convertita al cristianesimo viene torturata, ma non volendo rinnegare la sua fede è confinata a Ostia. Nuovamente arrestata e martirizzata, secondo la tradizione il suo corpo gettato in mare viene riportato a riva dalle onde. Santa Aurea, al tempo dell’imperatore Claudio, nel I secolo, convertita al cristianesimo viene torturata, ma non volendo rinnegare la sua fede è confinata a Ostia. Nuovamente arrestata e martirizzata, secondo la tradizione il suo corpo gettato in mare viene riportato a riva dalle onde.

E’ commemorata nel Martirologio Geronimiano il 20 maggio coll’indicazione topografica in Ostia e il 22 agosto con quella in Portu Romano. Nel Martirologio Romano invece è ricordata il 24 agosto con un breve elogio tratto dalla passio. In realtà esisteva ad Ostia una chiesa dedicata ad Aurea che Sergio I, Leone III e Leone IV fecero successivamente restaurare. Ma della santa non si hanno notizie storicamente sicure e quelle contenute nella sua passio e in quella di Censorino sono assolutamente false.

In breve possono così sintetizzarsi le tradizioni agiografiche concernenti Aurea: al tempo di Claudio ella fu arrestata ed interrogata dallo stesso imperatore. Dopo essere stata torturata, fu esiliata ad Ostia e confinata nei suoi possessi. Ma, di nuovo arrestata, Santa Aurea fu ancora tormentata e infine gettata in mare con una pietra al collo. Il suo corpo, portato a riva dalle onde, fu sepolto da Nonno il 29 agosto di un anno imprecisato, nella sua tenuta di Ostia. 

L’antica chiesa di Santa Aurea, ingrandita verso la fine del 1400, quando Baccio Pontelli costruì il castello e la incluse nella cinta di difesa. Oggi la chiesa cattedrale della diocesi suburbicaria di Ostia.