santa-orsola

La Chiesa solennizza in questo giorno la festa di Santa Orsola

Santa Orsola, vissuta probabilmente nel IV secolo, anche se la leggenda la colloca nel V secolo, è venerata come santa dalla Chiesa cattolica.

La tradizione raccolta da Jacopo risale a una Passio del X secolo narra di una giovane d’eccezionale bellezza, Orsola, figlia di un sovrano bretone, che si era segretamente consacrata a Dio ma fu chiesta in sposa dal principe pagano Ereo.

Il rifiuto da parte della principessa avrebbe rischiato di scatenare una guerra ed anche per questo, chiese di poter rimandare la decisione di tre anni.

Allo scadere del tempo stabilito, Orsola prese il mare con undicimila compagne e, secondo alcune versioni, anche con il promesso sposo.

Attraversò il tratto fra l’Inghilterra ed il continente su una flotta di undici navi, poi, sospinta da una tempesta, risalì il corso del Reno fino a Colonia e successivamente a Basilea, da dove proseguì, fino a Roma.

A Roma Orsola e le sue compagne furono accolte da “papa Ciriaco“, personaggio sconosciuto alla storia. Successivamente transitò per Colonia, che nel frattempo era stata conquistata da Attila. Qui le undicimila vergini, esortate da Orsola alla fermezza, furono subito trucidate. Mentre il famigerato re unno, invaghito dalla sua bellezza, risparmiò Orsola, che chiese anch’egli in sposa, promettendole salva la vita.

Al suo rifiuto la fece uccidere a colpi di freccia, e con lei fu ucciso pure papa Ciriaco, che l’aveva seguita nel suo viaggio. All’origine di questa leggenda c’è il dato storico di alcune reliquie rinvenute in una chiesa di Colonia. Orsola divenne la protettrice degli educatori e delle università, dei mercanti di tessuti e dei bambini malati.

Nel 1535 Angela Merici fondò a Brescia l’ordine delle Orsoline, che si dedicò all’istruzione delle fanciulle.