geko-sala-consilina

Al termine di una lunga maratona trascorsa quasi per intero ad inseguire, la Geko batte Sala Consilina

La Geko soffre ma batte Sala Consilina ,el derby del PalaTrincone e conquista due punti importantissimi. Imprecisa (4/29 dall’arco, 13/24 ai liberi) e discontinua, la formazione santantimese è riuscita a riprendere la partita solo nel finale, con due liberi di Maggio, vincendola poi nell’overtime.

La Partita

Caotico l’avvio di gara, con le due squadre che aggrediscono la partita con vigore alzando subito il ritmo: Giorgio Sgobba sblocca il risultato con un gioco da 3 punti, Sala risponde con Giunta e Gaye e sono poi due triple di Divac a fissare il primo parziale importante della gara, con la Diesel Tecnica avanti di 7 al 3’ (3-10) e coach Gandini costretto al time out. La musica però non cambia, la Geko si scuote ma resta inconcludente e la partita continuano a farla gli ospiti che al 6’ toccano il +9 (6-15) con un canestrone di Gaye.

Si ferma anche Scali, uscito malconcio da uno scontro a rimbalzo, e così alla prima sirena si arriva sul 13-20, con i viaggianti meritatamente in controllo. Il secondo quarto si apre con una zingarata di Maggio e due buoni recuperi difensivi di una Geko che sembra avere un’altra faccia ma in attacco si continua a far fatica: al 15’ una tripla di Mennella (la prima dopo 10 errori verdeblù dal perimetro) vale il 21-23, pochi secondi dopo Maggio impatta in penetrazione e poi è ancora Marco Mennella a siglare il sorpasso (25-23) al 16’.

E’ ufficialmente iniziata un’altra partita, che si sviluppa in totale frenesia fino al 20’, cui si arriva sul 28-27.L’inizio della ripresa è caratterizzato da fisicità e colpi proibiti, Misolic ed Erkmaa ne approfittano per riportare avanti la Diesel Tecnica (28-33 al 23’). Coach Gandini rimedia un tecnico per proteste che potrebbe alimentare la fuga degli ospiti e che invece provoca la reazione orgogliosa dei suoi che recuperano quattro palloni di fila e con Sgobba finalizzatore si rifanno sotto (32-33 al 25’). Dura pochissimo, Mennella fallisce la tripla del nuovo sorpasso santantimese e sul fronte opposto Sala fa 7-2 riportandosi in quota.

E’ sempre di Sgobba (tutti suoi i punti dei locali nei primi 8’ del 3’ quarto…) la tripla che rimette in scia la Geko al 28’ (37-40), i padroni di casa riprendono coraggio e rientrano fino al -1 del 30’ (41-42) condizionato anche dai tanti, troppi errori verdeblù dalla lunetta.L’ultimo parziale si apre con la quarta tripla di Gaye ed una persa di Cantone, Giunta replica alla prima bomba di Maggio e Sala Consilina resta con le mani sulla partita (44-48 al 33’).

Serve una scossa, il capitano ne mette uno difficile dall’angolo ma gli ospiti sono in fiducia e con Erkmaa, a 6’06, tornano al +7 (46-53) costringendo Gandini al time out. Sant’Antimo ne esce con due canestri consecutivi di Cantone, poi Montanari inventa il canestro del 52-55 a 3’35 quindi è Quarisa a conquistare in attacco il suo decimo rimbalzo di serata e a trasformarlo nel 54-55. Il libero aggiuntivo si infrange sul ferro, Sala sbaglia ancora ma sulla transizione del possibile sorpasso locale Maggio pasticcia e così gli ospiti possono rifiatare.

Giunta dalla lunetta però fa 0/2 (1’42) e il sorpasso stavolta arriva per mano di Mennella (56-55 a 1’15). Arriva però anche la risposta dall’arco di Cimminella e il finale diventa rovente: a 20” la Geko ha un possesso e 14 secondi per riprenderla, sbaglia prima con Cantone e poi con Sgobba ma guadagna due liberi cruciali con Maggio a 4”9 e fissa la nuova parità a 58. Sala ha tempo per l’ultimo assalto ma Giunta sfonda e così lo stesso Maggio ha addirittura l’ultimo tiro da 9 metri che balla sul ferro ed esce consegnando la gara al supplementare.

Gli ospiti, già privi di Erkmaa e Giunta usciti per falli nel finale, perdono subito anche Misolic ma ritrovano subito un Gaye grande protagonista. Dopo 1’40 è 65-60 con un bel canestro di Montanari, Sant’Antimo però abbassa l’intensità, si specchia un po’, e così gli ospiti hanno tre volte la palla del pareggio quando si entra nell’ultimo minuto: le sbagliano tutte, finisce 65-62.

Il dopogara di coach Gandini

“Era importante vincerla, al termine di una settimana complicata e dopo una partita giocata con percentuali bassissime. E’ venuto fuori il carattere, anche quando forse non ne avevamo veramente più.”

Geko Sant’Antimo – Diesel Tecnica Sala Consilina: 65 a 62 (13-20, 28-27; 41-42, 58-58).

Geko Sant’Antimo: Maggio 14, Mennella 10, Scali, Sgobba 17, Quarisa 7; Cantone 10, Sabatino, Montanari 4, Anaekwe 3. N.e.: Cannavina e Coralic.
All.: Gandini.

Diesel Tecnica Sala Consilina: Erkmaa 7, Giunta 11, Gaye 22, Divac 13, Hajrovic; Cimminella 5, Ratkovic, Miljkovic, Misolic 4. N.e.: Grottola. All.: Paternoster.