gevi-napoli-basket

La GeVi Napoli Basket sbanca Varese dopo un Overtime

La GeVi Napoli non si ferma più, trionfa 89-98 a Varese, dopo un overtime, e ottiene il quinto successo consecutivo che la proietta sempre più in zona Final Eight di Coppa Italia. Reggie Lync parte nel quintetto di una GeVi lanciatissima, che fa 0-5 con Parks e McDuffie.

Per Varese risponde Egbunu che realizza quattro punti di fila, poi Gentile firma il sorpasso sul 14-11 al 5′, che diventa 17-11 con Jones. Dopo il timeout di Sacripanti risponde Rich, che firma uno 0-8 al 7′ (17-19). Vantaggio partenopeo che poi si allarga sul 19-26. Al 10′ è 23-28. Quando si ricomincia Zerini è freddo dalla lunga distanza, bene anche Rich che continua a bombardare da 3, e la GeVi ritrova la doppia cifra di vantaggio con Marini (31-46 al 15′).

Un divario che si allega sempre più al 19′ sul 37-56. Al 20′ è 41-56.Gentile è espulso per due falli tecnici in pochissimi minuti. Varese torna a -10, ma la GeVi tiene saldo il vantaggio. Al 30′ è 62-76. I padroni di casa mettono in campo le energie residue per tentare una rimonta che si concretizza a 44″ dalla sirena (82-81). Marini è glaciale dalla linea della carità (82-83).

Sul versante opposto Egbunu fa 1/2 a cronometro fermo. Il tap-in vincente di McDuffie arriva a tempo abbondantemente scaduto. Si va all’overtime. Nell’overtime cambia l’inerzia della partita. Infatti, il tempo supplementare è un monologo azzurro. È Rich a prendere per mano i compagni, segnando dei canestri da vero e proprio califfo. Finisce 89-98.

Openjobmetis Varese – GeVi Napoli Basket: 89-98 dts (23-28, 41-56, 62-76, 83-83).

Openjobmetis Varese : Kell 16, Gentile 3, Beane 18, Sorokas 4, De Nicolao 3, Egbunu 23, Ferrero, Jones 15, Caruso ne, Keene 7, Bongiovanni ne, Cane ne.
All: A. Vertemati

GeVi Napoli Basket : Zerini 16, McDuffie 13, Pargo 6, Matera ne, Velička 3, Lynch 9, Parks 6, Marini 8, Uglietti, Lombardi 6, Rich 31, Grassi ne.
All: P. Sacripanti.

Arbitri: Vicino di Argelato, Paglialunga di Massafra, Pierantozzi di Ascoli Piceno

Sacripanti nel dopogara

Abbiamo dominato la partita e abbiamo rischiato di perderla a causa della grande volontà e rabbia di Varese. Abbiamo dimostrato a noi stessi di non essere ancora maturi, queste partite non possono essere messe in discussione. Siamo riusciti ad eseguire perfettamente il piano partita nei primi 25 minuti e poi abbiamo staccato la spina. C’è stato il rischio di perdere una partita che meritavamo. Le percentuali dei nostri playmaker, oggettivamente, sono state molto basse. Succede. Credo che questa partita possa servirci da lezione. Ho un grande staff che permette alla squadra di arrivare nella maniera più preparata possibile alla partita. Sono abbastanza contento della prestazione di Lynch che ha dato il suo contributo facendo un gran passo in avanti. Brava a Varese a riuscire a rientrare, avendo idee chiare. Questa vittoria è un passo molto importante verso le Final Eight di Coppa Italia.