asl-napoli-2-nord

Nella giornata di venerdì 6 Agosto sono stati sospesi senza stipendio ventitré dipendenti della ASL Napoli 2 Nord. I suddetti hanno scelto di non sottoporsi ad alcuna vaccinazione malgrado le ripetute sollecitazioni della ASL di appartenenza.

La ASL Napoli 2 Nord comprende un vasto territorio della provincia di Napoli con comuni ad alta densità abitativa, l’intera area flegrea e le isole di Ischia e Procida.

I suddetti ricoprono differenti mansioni, tutte a contatto con il pubblico, e è stato questo la principale motivazione della sospensione. I vertici avevano dapprima pensato ad una ricollocazione ma senza successo.

Secondo gli ultimi aggiornamenti la sospensione durerà fino al prossimo termine dello stato di emergenza fissato per il 31 Dicembre 2021. In alternativa i lavoratori sospesi potranno sottoporsi al vaccino e rientrare a lavoro dopo aver effettuato l’ultima dose (unica per il vaccino Johnson & Johnson).

In merito alla vicenda,  il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha espresso la sua completa vicinanza alla decisione presa dalla ASL Napoli 2 Nord, ribadendo che sono ancora presenti grandi aree di resistenza all’interno della Regione Campania.

A partire dalla prossima settimana verranno applicati controlli più severi per garantire ai residenti campani il rispetto e la salvaguardia della salute all’interno della Regione.

Concludiamo citando le sue stesse parole: “Sulle sospensioni saremo rigorosi e inflessibili sul personale sanitario, faremo una verifica anche sul personale privato convenzionato. La salute prima di ogni cosa“.