Pandora-Papers

Pandora Paper: l’inchiesta si allarga

È di pochi giorni fa la notizia pubblicata dall’Espresso, nella quale una serie di giornalisti internazionali, dopo indagini condotte in maniera molto approfondita, hanno scoperto che le ricchezze dei personaggi famosi venivano nascoste nei così detti paradisi fiscali tramite società offshore.

Tra Vip e leader mondiali che nascondevano tali ricchezze, ci sono attori come Claudia Schiffer, Julio Iglesias e Shakira, ma anche capi di stato e politici del calibro di Tony Blair, il Re di Giordania e il Premier della Repubblica Ceca e stretti collaboratori di Putin. Ma anche banchieri e industriali americani come Jeff Bezos e persino trafficanti di droga e boss mafiosi.

Tutti alla ricerca di fare affari eludendo le normative fiscali, e nascondendo le proprie ricchezze, in questi paradisi fiscali. L’imbarazzo e tanto anche da parte del presidente degli Stati uniti Joe Biben da sempre fautore di un “fisco trasparente”.

Cinque anni dopo circa il primo scandalo denominato “Pandora Paper” che identificava personaggi ricchi, normali cittadini, che cercavano di eludere il fisco, ma questa inchiesta si è allargata e dimostra che tutti propri tutti, erano e sono alla ricerca della propria convenienza in barba alle leggi.

Grazie a tali inchieste si sta dando nuovo impulso ad una risoluzione comune tra Stati Uniti ed Europa per la lotta all’evasione fiscale che potrebbe vedere la luce entro la fine dell’anno.