psa

Sconfitta amara per la Psa Sant’Antimo, che cade a Ruvo (72-66)

La Psa Sant’Antimo sconfitta dalla Tecnoswitch Ruvo di Puglia, dopo aver sfoderato una grande prestazione ed essere stata avanti anche nel secondo tempo. Coach Origlio conferma la fiducia a Verazzo e lo lascia in quintetto con Maggio, Coviello, Cena ed Anaekwe, Ponticiello, privo di Ciribeni, risponde con Hidalgo e Cantagalli ai lati di Merletto e Mastroianni e Cassar sotto i vetri.

Canestri ed equilibrio in avvio (9-10 al 4’), poi Ruvo prova il primo strappo (15-10) con Merletto ma la Geko resta in scia con Coviello e Cena e si gode l’ottimo impatto di Ochoa sulla gara. Al 12’ è parità a quota 21, si procede punto a punto fino al 15’ quando un paio di fischi arbitrali concedono a Ruvo un nuovo break (29-25, 1-6 il bilancio parziale dei falli).

Ma la Psa Sant’Antimo reagisce da squadra e ripassa sull’asse Maggio-Anaekwe (9-1 per il 31-34 del 17’). Gli ospiti restano avanti per un paio di minuti ma il finale del primo tempo è tutto della Tecnoswitch che ripassa con le triple di Cantagalli e Mastroianni e raggiunge l’intervallo lungo sul 45-39.

E’ di Ochoa il primo canestro della ripresa, ed è sempre lui dalla lunga a chiudere il 7-0 con cui la Geko torna avanti al 22’ (45-46). Ruvo è in rottura prolungata, si sblocca dalla lunetta dopo 3’34 di silenzio ma Sant’Antimo resta avanti fino al 26’, quando un secondo fallo tecnico fischiato da una coppia in grigio in piena confusione esclude dal match Cantone e consente ai padroni di casa di rientrare fino alla nuova parità a quota 52.

E’ guerra di nervi, la Geko sbaglia troppo in fase offensiva ma Cena la tiene in partita fino al 30’, cui si arriva sul 58-57. Quattro punti in fila di Pasquale Battaglia riportano avanti i viaggianti al 32’ (58-62), Ponticiello chiede un time out ma quando si torna in campo Cena ne mette altri 4 per il +8 del 35’. Ruvo però è viva e con Merletto e Cassar torna sul 65-66 a 2’54, sfruttando gli errori degli ospiti che perdono anche Buono per raggiunto limite di falli.

E’ un momento topico, Ochoa fa 0/2 dalla lunetta e poi sbaglia una tripla centrale e Cantagalli sul ribaltamento di fronte firma il nuovo sorpasso ruvese dalla lunetta (66-67 a 1’58). Sbaglia ancora Cena dall’angolo e i padroni di casa scappano via: il bilancio, impietoso, degli ultimi 5’ è di 14-0 per i locali che chiudono sul 72-66 lasciando alla Geko tanto amaro in bocca.

Il dopo gara del GM Di Donato
“E’ stata una partita playoff vera e propria contro una squadra forte ed esperta. Peccato per quel secondo tecnico a Cantone che ci ha tagliato un po’ le gambe privandoci del nostro uomo d’ordine. Merito a Ruvo che nel finale ha alzato intensità e fisicità, noi abbiamo pagato probabilmente gli sforzi fatti in precedenza. Spiace ovviamente per la sconfitta che brucia, alla fine ci teniamo la prestazione in controtendenza rispetto alle nostre ultime trasferte”.

Le dichiarazioni di coach Origlio
“E’ stata una grande partita dal punto di vista emotivo, nel finale siamo calati, arrivati stanchi e lo testimoniano anche i 9 punti realizzati nell’ultimo quarto. Bravi loro, ma è chiaro che l’arbitraggio non mi ha convinto, mi ha lasciato perplesso il secondo tecnico costato l’espulsione a Cantone così come non mi tornano i conti sul computo dei liberi (26-7) in una partita così fisica. Torniamo a casa con più di un rammarico, ma consapevoli di aver fatto un passo avanti e non indietro rispetto alle ultime trasferte. Permettetemi anche di fare gli auguri per una Pasqua serena a tutti i nostri tifosi”.

Tecnoswitch Ruvo di Puglia – Psa Sant’Antimo 72 a 66 (21-17, 45-39; 58-57)

Tecnoswitch Ruvo di Puglia: Hidalgo 8, Merletto 12, Cantagalli 13, Mastroianni 11, Cassar 12; Lurini, Bartolozzi 16, Monina. N.e.: Ciribeni e Sbaragli.
All.: Ponticiello.
Psa Sant’Antimo: Maggio 12, Verazzo 2, Coviello 5, Cena 16, Anaekwe 8; Puca, Cantone, Battaglia 6, Buono 4, Ochoa 13. N.e.: Sabatino.
All.: Origlio.
Arbitri: Gallo e Frigo.