santa-serena

La Chiesa solennizza in questo giorno la festa di Santa Serena di Roma

Santa Serena di Roma visse nel III secolo e fu un’imperatrice moglie dell’imperatore romano Diocleziano colui che ordinò una delle più grandi persecuzioni contro i cristiani.       

Secondo fonti dell’epoca, nel periodo delle persecuzioni dioclezianee la moglie di Diocleziano si chiamava Prisca. Serena sarebbe stata dunque moglie di Diocleziano prima di lei e prima che questi divenisse imperatore.       

Negli Atti di San Marcello e di Santa Susanna si dice che l’imperatrice Serena sia intervenuta per difendere i cristiani dalla persecuzione. Per questo la tradizione vuole che Serena sia stata ripudiata e in seguito sia morta martire proprio nelle persecuzioni attuate da Diocleziano.  

Ma il suo intervento fu proficuo, riguardo il termine della persecuzione, perché nel 305 Diocleziano abdicò e si ritirò a Spalato.

Secondo altre fonti, Santa Serena non morì martire ma terminò i suoi giorni in esilio a Foglia, oggi frazione di Magliano Sabina. È patrona del paese e a lei è dedicata la chiesa parrocchiale. In un’urna d’argento sono conservati i presunti resti del suo corpo.