Santa-Beatrice-de-Silva

La Chiesa solennizza in questo giorno la festa di Santa Beatrice de Silva

Santa Beatrice de Silva nacque intorno al 1424 a Campo Mayor, in Portogallo, in una famiglia nobile imparentata con la casa reale portoghese. Accompagnò come dama di corte l’Infanta Isabella del Portogallo, promessa sposa di re Giovanni II di Castiglia.

La sua bellezza e la sua virtù attirarono i nobili castigliani, ma suscitarono anche la gelosia di Isabella, che la rinchiuse per tre giorni in una cassapanca.

Una volta liberata, lasciò la corte e si diresse a Toledo, col proposito di fondare un nuovo Ordine religioso che avrebbe difeso l’Immacolata Concezione della Vergine Maria.

Per circa trent’anni visse come pensionante nel convento cistercense di San Domenico. Grazie all’appoggio di Isabella la Cattolica, futura regina di Spagna, che le donò un palazzo e una chiesa a Toledo, Beatrice poté fondare un monastero proprio.

La data della sua morte è incerta: alcune fonti sostengono che morì il 17 agosto 1490, senza professare i voti. Altre invece dichiarano che morì nel 1492, dopo averli emessi insieme alle prime consorelle.

 Il suo progetto di fondazione fu portato avanti dalle sue discepole e dai Frati Minori: sorse quindi l’Ordine dell’Immacolata Concezione, che in seguito assunse la regola delle Clarisse e divenne quindi noto come Ordine delle Concezioniste Francescane.

Beatificata tramite conferma di culto da papa Pio XI il 28 luglio 1926, è stata canonizzata da san Paolo VI il 3 ottobre 1976. I suoi resti mortali sono venerati nel convento delle Concezioniste Francescane a Toledo.