Santa-Maria-Faustina-Kovals

La Chiesa solennizza in questo giorno la festa di Santa Maria Faustina Kovalska

Santa Maria Faustina Kovalska nacque in Polonia il 25 agosto 1905 da Marianna e Stanislao Kowalski, terza di dieci figli, fu battezzata con il nome di Elena. La famiglia era molto religiosa la Santa ricevette la vocazione all’età di appena sette anni. Ancora adolescente lasciò la famiglia per lavorare come domestica ad Aleksandrów e a Lódz.

A 18 anni poi chiese ai genitori il permesso di entrare in convento. Richiesta negata poiché la famiglia, molto povera, aveva ancora bisogno di lei. Santa Maria Faustina cercò di ubbidire ai genitori sino a quando una visione di Gesù flagellato le disse: “Quanto tempo ancora ti dovrò sopportare? Fino a quando mi ingannerai?”.

Subito dopo decise di prendere la via della vita religiosa. Il primo agosto 1925, fu ammessa nella Congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia a Varsavia. Il 30 aprile del 1926 iniziò il noviziato, ricevendo l’abito e il nome di Suor Maria Faustina.

Nel convento svolse mansioni di cuoca, giardiniera e portinaia e osservò fedelmente la regola religiosa. Adottò uno stile di vita severo e i digiuni indebolirono la sua salute, già cagionevole. Si ammalò di tubercolosi e dovette essere ricoverata due volte in un sanatorio vicino a Cracovia. I devoti le attribuivano un’intensa vita mistica. Morirà il 5 ottobre del 1938 a Cracovia, alle ore 22:45, all’età di 33 anni.