Leo-Messi

Si conclude, dopo più di 10 anni, l’avventura spagnola di Lionel Messi

L’attaccante argentino e il Barcellona non hanno raggiunto un intesa. Lionel Messi, attaccante argentino, non ha rinnovato il contratto. Il rinnovo avrebbe potuto significare la fine della sua carriera lì in Spagna.

Una carriera incredibile

Messi ha giocato nella massima divisione calcistica spagnola per anni, collaborando con grandi giocatori quali Xavi, Puyol e Neymar ad esempio. Era, seppur molto giovane, nel Barça di Pep Guardiola assieme a Ronaldinho ed altri campioni.

Il calcio è molto cambiato rispetto al passato, dai campioni ormai lontani dal calcio alle nuove regole e gli stravolgimenti a cui abbiamo assistito. Tra questi, Cr7 e messi partiti dalla Spagna e il Leicester campione d’Inghilterra (guidati da Ranieri).

Più di 30 i trofei vinti da Leo messi; il più recente è la Coppa America vinta in finale contro il Brasile dell’amico Neymar con cui si è di recente fatto una foto.

Non sono mancati i palloni d’oro, che ammontano a 6 per il campione Argentino che non ha rinnovato il contratto. Il suo nome è stato spesso accostato a quello di Cristiano Ronaldo in quanto sono stati i migliori al mondo per diverso tempo. Non che ora non siano più molto forti.

Tempi (molto) diversi

Il Barcellona è noto che abbia problemi economici. È tra le squadre che avrebbero partecipato alla Super Lega assieme a Real Madrid e Juventus, ma non solo. È una motivazione assai rilevante per il mancato rinnovo. La squadra spagnola ha attraversato, ultimamente, un periodo di cambiamenti. Anzitutto è cambiato il presidente. Anche l’allenatore, il cui ruolo negli ultimi anni è stato ricoperto da più persone.

La rosa si è arricchita di tanti giovani giocatori; alcuni più anziani, come Suarez, sono andati via. Anche due giovani hanno lasciato la rosa, ossia Nelson Semedo e Junior Firpo. Il fatto che Leo Messi lasci anche lui la rosa segna la fine di un’era. Il futuro dell’argentino è ora incerto, ma il tempo stringe.

Il campione Argentino che non ha rinnovato il contratto valuterà in questo periodo cosa sarà meglio; forse andrà davvero al PSG. Non tutte le squadre potranno permettersi questo giocatore. E’ tanto ormai che, con questa rosa, non vince molto. La Champions League, che gioca ogni anno, sembra quasi fuori portata.

Il campione originario di Rosario andò vicino alla vittoria della coppa del mondo, che perse contro la Germania; stessa finale ci fu nel 1990.
La sua futura squadra non si conosce, ma la scelta non è infinita così come il tempo a disposizione.

By Riccardo De Rosa

Sono un appassionato di scrittura e giornalismo, nato a Napoli nel 2000. Studio Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II.