salerno

Una tripla di Enzo Cena fa volare la Geko Sant’Antimo, che batte la Virtus Arechi Salerno 90-87

La Geko Sant’Antimo, che batte la Virtus Arechi Salerno dopo due supplementari, e mantiene inviolato il PalaEdilgen. È Buono a sbloccare la gara con cinque punti, poi Salerno trova la via del canestro e va in vantaggio (9-11) con Moffa.

Gara in equilibrio al 10′ (17-17), poi l’Arechi allunga prima sul 19-23 e poi sul 23-31 al 16′. La situazione falli della Geko è complicata (3 per Anaekwe, 2 per Buono, Maggio e Cantone). Il rientrante Battaglia ha impatto dalla panchina, ma all’intervallo la Virtus è ancora di a +7 (30-37. La gara è decisamente in salita per Cantone e compagni.

Origlio decide di affrontarla ripartendo con 4 piccoli più Cena ma è costretto a cambiare le carte in tavola dopo appena 90”. Buono deve ricorrere alle cure del fisioterapista per un problema alla schiena. Al suo posto rientra Coviello e sono suoi i tre liberi del 39-43 al 24’. Dura pochissimo perché Mennella e Coltro rilanciano Salerno che un minuto dopo è nuovamente a +8 (41-49) con Cantone a quota 4 falli.

Sono le triple di Battaglia a tenere in vita la Geko (51-55 a 100” dalla terza sirena). Una penetrazione di Buono a riportarla sul -2 su cui si chiude la frazione (54-56). Ci sarebbe anche la palla del pari sul primo assalto del 4’ periodo, ma a Cena viene fischiato fallo in attacco. Succede lo stesso al 33’ con Maggio in possesso di palla sul 59-61.

Il sorpasso arriva comunque con 6’28 da giocare, lo firma Enzo dall’angolo, e poi è Coviello a trasformare un tap in d’oro massiccio 30” dopo per il 64-61 del 35’. E’ lunga, lunghissima, Rinaldi la ribalta nuovamente a 4’10 (64-66), e si riparte con un batti e ribatti da crepacuore: i liberi di Coviello e Cimminella valgono il 69-70 a 2’37, ad 1’26 Sant’Antimo è di nuovo avanti (73-72) grazie a 4 punti di Buono ma Marini dall’arco riporta in vantaggio la Virtus a 1’08.

E’ tutta da giocare, segnano Cena e Cimminella (75-77 a 44”), Buono la pareggia a 35” ma sugli ultimi assalti sbagliano prima Romano e poi Cena, e si va al supplementare. Si procede tra tanti errori su entrambi i fronti, a 1’00 dalla fine il parziale è di 2-2, arrivano in sequenza un’infrazione di 5” per gli ospiti ed una di 24” ma poi Coltro la mette dalla media (79-81) e alla Geko restano 15”9 per vincerla o pareggiarla.

Ne bastano 7 a Buono per andare dentro, segnare e subire fallo, il libero non va ma non va neanche l’ultima preghiera di Coltro e il derby va al secondo overtime. Lo apre Cantone dalla media, poi è Cena a realizzare il +3 (85-82) a 3’34, ma i blaugrana sono sempre lì e la riprendono a 1’40 con Cimminella.

La palla pesa un quintale, Coviello mette un canestro pesantissimo poi Maggio manca la tripla che poteva chiuderla e Cimminella, sempre lui, impatta ancora a 47”. Cantone fallisce la risposta dalla media, sbaglia anche Coltro e la Geko ha una rimessa in attacco sull’87-87, con 2”3 sul cronometro.

La palla finisce a Buono, poi a Cena, e l’argentino piazza la tripla-partita facendo esplodere il PalaEdilgen.

Le parole di coach Origlio

“Se partiamo dall’ultima azione siamo ovviamente contenti per come è andata, al termine di un derby caratterizzato da sorpassi e controsorpassi, che poteva decidersi anche prima, in modo diverso. Bravi i ragazzi che hanno avuto una reazione importante, e bravo Cena nel finale a trovare quel canestro pesantissimo. I giocatori sono stati i protagonisti di questa partita, sono stati bravi a resettare sempre e a crederci fino alla fine”.

Geko Sant’Antimo – Virtus Arechi Salerno: 90 a 87 (17-17, 30-37; 54-56, 77-77, 81-81) d2ts.

Geko Sant’Antimo: Maggio 13, Buono 20, Coviello 12, Cena 16, Anaekwe 12; Puca, Cantone 6, Battaglia 11, Verazzo. N.e.: Ratkovic, Ochoa.
All.: Origlio.
Virtus Arechi Salerno: Coltro 23, Moffa 11, Mennella 10, Rinaldi 7, Valentini 2; Cimminella 16, Caiazza, Capocotta, Romano 7, Marini 11. N.e.: Loiq Marie.
All.: Di Lorenzo.
Arbitri: Marzo e Paglialunga.