gevi-napoli-cremona

Vanoli Cremona vs GeVi Napoli Basket: 96 a 93

A Cremona, la Gevi parte male, recupera 21 punti , nonostante l’espulsione di Parks e l’infortunio di Vitali. Poi va in testa, ha la palla della vittoria con 24 secondi da giocare. ma fallisce, andando a tentare una tripla, inutile, con Velicka.  Sarebbe stato molto più saggio penetrare per cercare di portare a casa un fallo visto che bastava un punto per vincere.

E poi al supplementare esce sconfitta 96-93. Ora il cammino si fa duro, bisogna vincere in casa per risalire ed evitare di essere risucchiati in una battaglia terribile. Unica cosa positiva la differenza punti in parità con Cremona. Il miglior realizzatore degli azzurri è McDuffie, autore di  33 punti, 25 Velicka, 18 Rich. 

Dopo il 51-30 di Spagnolo, quando tutto sembra finito arriva la reazione. Velicka e Rich salgono in cattedra e c’è un controbreak (54-44). Cremona riallunga, ma Rich ora è davvero in partita, anche McDuffie si sveglia e trova un tiro da 3 con fallo che vale il clamoroso 64-62, risalendo dal -21. C’è la parità, (64-64), e al 30’ è 66-64.

McDuffie pareggia, ma un paio di errori banali di Velicka e Totè rilanciano i cremonesi (70-66). Lo stesso lituano si riscatta, McDuffie è on fire, segna due triple di fila, Velicka lo imita e arriva un pazzesco (73-78). I padroni di casa reagiscono, tornano in vantaggio (79-78). E il finale è in volata. Zerini fa giocate decisive, Napoli ha la palla della vittoria ma Velicka sbaglia la tripla.

Overtime

Cremona prende un vantaggio di 5 punti, Uglietti regala una chance con una prodezza, poi sull’errore dalla lunetta di Cournoogh gli arbitri fischiano una discutibilissima invasione a Uglietti. Non c’è più tempo. Napoli si arrende.

Le parole di Sacripanti

Abbiamo iniziato con una sterilità offensiva imbarazzante, pensando di risolvere tutto col tiro da tre punti. Non siamo stati a bravi a contenere l’energia di Cremona su tutto il campo. Dopo siamo riusciti a chiudere il loro flusso offensivo e a rientrare in gara. Sul +5 abbiamo preso due canestri ingenui. E’ stata una partita a strappi, abbiamo sbagliato purtroppo l’attacco per vincere la partita. Nei supplementari ci sono stati tanti errori dovuti anche alla stanchezza. L’ingenuità dell’espulsione ci è costata la gara. Noi dobbiamo riflettere su come iniziare da subito con grande intensità, andare sotto di tanto dal primo quarto ci ha costretto ad una partita in salita. C’è assoluta parità con Cremona anche sugli scontri diretti, ora dobbiamo essere bravi a recuperare energie in vista della partita con Varese che avrà un’importanza notevole“.