Windows-11

Nuovo sistema operativo sul mercato, ma anche nuovi problemi

Dopo sei anni di vita, Windows 10 è pronto a far posto al nuovo Sistema Operativo della casa di Redmond. Microsoft ha rilasciato ufficialmente Windows 11. Ma polemiche e problemi non sono mancati.

Windows 11 annunciato ufficialmente lo scorso 24 giugno  

Anche se in passato l’azienda di Redmond affermava che Windows 10 sarebbe stato il sistema operativo Microsoft di riferimento per molti anni a venire, il nuovo aggiornamento porta con se tante novità da giustificare il passaggio generazionale. 
La prima versione di Windows 11 (non ufficiale) è trapelata prima diversi giorni dell’evento, mostrando il nuovo design dell’interfaccia e svelando il nome del nuovo OS. Durante la presentazione del 26 giugno abbiamo finalmente visto la nuova UI e alcune delle nuove funzioni confermate da Microsoft. 

La Microsoft ha promesso di fornire Windows 11 come “un aggiornamento gratuito per i PC Windows 10 idonei e sui nuovi PC a partire da questa estate”. Tuttavia, Microsoft deve ancora chiarire quali sistemi saranno idonei per l’aggiornamento a Windows 11. La società ha rilasciato i requisiti minimi su cui basarsi, e sembrano suggerire che solo i dispositivi con Intel di ottava generazione e più recenti potranno essere aggiornati. Microsoft ha promesso un post sul blog che descriverà in dettaglio la situazione dell’aggiornamento per Windows 11 e i requisiti del TPM.

Sono state rivelate anche le specifiche per poter usufruire di questa nuova versione di Windows; da qui sono nate diverse polemiche poiché è richiesta molta capienza, potenza da non sottovalutare e soprattutto un componente in particolare che facilmente tante persone non hanno per il loro PC. Ciò vuol dire che in molti casi è probabile che bisogna aggiornare i Computer per poter usare Windows 11.

Come in passato, dopo qualche anno Windows 10 non sarà più supportato; in un certo senso, quindi, bisognerà necessariamente fare il cambio con la nuova versione. Quest’ultima si può testare grazie al programma di Microsoft di beta-testing. La decisione di Microsoft di lanciare un nuovo Windows può essere giustificata col fatto che dopo tanti anni un aggiornamento è, in fin dei conti, quasi necessario; in Windows 11 infatti, oltre ad un nuovo design e un nuovo logo, sono presenti funzioni nuove e viene offerta una nuova UX. E’ anche vero che tra l’utenza non tutti vogliono / possono aggiornare il proprio Computer.

Le novità di Windows 11

Windows 11 anzitutto mette a disposizione la possibilità di usare app Android sui device con Windows; ci sono poi delle possibilità messe a disposizione per chi utilizza device con Windows portatili. C’è anche, per chiunque, un nuovo modo di gestire le pagine sul desktop. Viene riformato il logo e introdotto un nuovo modo di personalizzare il “proprio Windows” che ora risulta molto più personalizzabile rispetto al passato.

Windows 10 non termina il suo ciclo vitale nello stato in cui l’ha iniziato; vari sono stati gli aggiornamenti apportati all’ormai penultima versione di Windows; sono state introdotte alcune funzioni, è cambiato un po’ il modo in cui i menù e non si presentano e così via. Altra cosa che cambierà sarà il menù iniziale, nell’aspetto e non. Ulteriori dettagli sono disponibili su un sito messo a disposizione da Microsoft; lì vengono fornite tante spiegazioni e informazioni in merito a questa nuova versione del proprio sistema operativo.

Windows 11 è l’ultimo di una lunga lista di versioni di Windows; la sua storia, tecnicamente, ha inizio alla fine degli anni 80′ del secolo scorso. Ma è nel 95′ che Windows diviene ufficialmente un sistema operativo vero e proprio e famoso. Da lì tanto cambia, e Microsoft cresce moltissimo come azienda. Un’azienda – oggi – tra le principali del mondo dell’informatica e della tecnologia e destinata a cresce ancora e a sorprenderci altre volte.

By Riccardo De Rosa

Sono un appassionato di scrittura e giornalismo, nato a Napoli nel 2000. Studio Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II.